Vaschette di alluminio, mai usarle così: il rischio contaminazione per il Ministero della Salute è altissimo

Le vaschette di alluminio possono rivelarsi estremamente rischiose per la salute: ecco perché e come non dovresti mai usarle.

Quando si parla di cibo e della sua conservazione, non si può non pensare alle famose vaschette di alluminio spesso usate sia per riporre pietanze calde o fredde che, ancora peggio, per cucinare. In realtà, si tratta di vaschette che andrebbero usate con un certo riguardo.

Vaschette di alluminio rischio contaminazione
Come non usare mai le vaschette di alluminio (Thesenseofwonder.it)

Il rischio è infatti quello di andare incontro a una contaminazione importante di metalli che a causa del calore o dell’acidità di alcuni cibi può trasferirsi sugli stessi alterandoli e rendendoli a rischio per la salute. Scopriamo, quindi, quali sono le alternative migliori e cosa non fare proprio mai con le vaschette di alluminio.

Vaschette di alluminio: arriva l’allerta dal Ministero della Salute

Anche se non tutti lo sanno, le classiche vaschette di alluminio (noto anche come carta stagnola) sono piuttosto rischiose in quanto contengono dei metalli che in determinate occasioni possono trasferirsi sul cibo ed essere così ingeriti. A tal proposito, il Ministero della Salute ha raccomandato più volte di non commettere uno degli errori più comuni che è quello di riutilizzarle. Si tratta infatti di vaschette monouso e che, quindi, una volta utilizzate andrebbero buttate.

vaschette allumino allerta
Perché le vaschette di alluminio sono pericolose (Thesenseofwonder.it)

A questa raccomandazione si aggiunge poi quella di non cuocervi dentro gli alimenti, di evitare di inserirveli quando sono ancora caldi e di non tenerli al loro interno più di 24 ore. È bene, inoltre, ricordare che più un alimento è acido e maggiore è il rischio di contaminazione. Il rischio che i metalli si trasferiscano sul cibo sono infatti piuttosto alti e in grado di danneggiare l’organismo. Ancor più se a mangiare quel cibo contaminato sono soggetti allergici al nichel o ai metalli in generale.

Ora che conosciamo gli effettivi rischi dati dall’usare più volte queste vaschette così come dall’usarle in generale, può essere utile vagliare alcune possibili alternative. Se si usa la carta stagnola per cucinare la si può sostituire degnamente con della carta forno, sicuramente più salubre e con tante altre funzionalità.

Per quanto riguarda la conservazione dei cibi ci sono appositi contenitori di plastica alimentare preposta proprio a questo scopo che una volta lavati possono essere usati infinite volte, portando ad un risparmio sicuramente importante. Esistono poi i sacchetti per alimenti riutilizzabili, le vaschette in silicone (che dovrà essere, però, certificato) e i tappetini da forno riutilizzabili. Questi ultimi possono sostituire la carta stagnola nelle teglie. Ciò che conta è capire i rischi e i benefici e optare sempre per le opzioni che tengano conto della salute e che non la mettano mai a rischio.

Impostazioni privacy