Famiglie in difficoltà ed anziani: arriva la casa quasi gratis, entro 16.000 o 40.000 euro di ISEE

Ci sono buone notizie per tutti coloro che hanno un ISEE basso: una fetta della popolazione italiana potrà avere una casa quasi gratis.

La casa è senza dubbio uno dei pilastri più importante della società, anche se non è facile possederla. La maggior parte delle abitazioni ha infatti un costo elevatissimo; gli attuali prezzi di mercati variano infatti tra i 47.000 e i 375.000 euro per un appartamento.

case gratis isee 16000 euro
Case quasi gratis, ecco come averle – thesenseofwonder.it

Secondo gli esperti del settore immobiliare, il prezzo medio al metro quadro si aggira intorno ai 1.864 euro. Bisogna però ricordare che tutto dipende da molteplici fattori, alcuni dei quali sono la località, la grandezza dell’immobile, lo stato di salute dell’edificio e tanti altri. Tutti coloro che sono attualmente in difficoltà economiche, in particolar modo quelli che hanno un ISEE tra i 16.000 e i 40.000 euro, possono addirittura ottenere una casa quasi gratis.

Case quasi gratis per alcuni italiani: i requisiti

Il 2024 è un anno ricchissimo di bonus e di incentivi statali, introdotti appositamente per rilanciare l’economia italiana e per aiutare milioni di famiglie in difficoltà. Ci sono infatti i famosi Ecobonus per promuovere l’acquisto di auto e di moto elettriche, ibride e a motore termico.

E non solo: una fetta della popolazione italiana può contare anche su tantissimi altri bonus, come ad esempio quello sulla ristrutturazione degli immobili o quello sui figli a carico. Tuttavia, c’è un’altra tipologia di aiuto economico riservata a tutti i fragili e agli anziani. Si tratta dell’assegnazione delle nuove case popolari, le quali devono ovviamente essere affidate prima alle famiglie più in difficoltà e agli anziani.

requisiti case quasi gratis
Case quasi gratis in Lombardia – thesenseofwonder.it

La Regione Lombardia, che in questo momento sta lavorando proprio sulle assegnazioni, ha infatti rilasciato una delibera. Quest’ultima consiste sostanzialmente nel fornire un’abitazione a tutti gli individui in difficoltà economiche. In altre parole, la regione lombarda vuole rendere più accessibile l’acquisto di una casa, attraverso delle agevolazioni e degli aiuti.

Quali sono allora i requisiti per poter richiedere un appartamento nelle case popolari? Innanzitutto, la famiglia richiedente deve possedere un reddito medio o medio-basso. Precisamente tra i 14.000 e i 40.000 euro o tra i 10.000 e i 16.000 euro. L’assessore regionale alla Casa e Housing sociale, durante l’evento per il 50° anniversario del Consorzio Cooperative Lavoratori (Ccl), ha affermato che i costi altissimi di costruzione impattano negativamente sui canoni di affitto e sui prezzi degli immobili.

Per questo motivo, occorre aiutare tutti coloro che hanno attualmente difficoltà economiche. La regione lombarda, attraverso il progetto “Missione Lombardia”, proporrà quindi dieci nuovi programmi di housing entro il 2024. Questi saranno destinati a chi rientra nelle fasce di reddito medio e medio-basso. Per quanto riguarda le case popolari, queste saranno ovviamente destinate soprattutto ai più fragili, agli anziani, ai disabili e alle famiglie monoparentali con minori a carico. E non solo: potranno accedervi anche i genitori separati in difficoltà economiche, le forze dell’ordine e i lavoratori del servizio pubblico.

Impostazioni privacy