Carne di pollo poco cotta? Faresti meglio a non mangiarla: i rischi per la salute sono alti

Il pollo è una delle proteine ​​più consumate al mondo ma è molto importante assicurarsi che sia cotto correttamente a una temperatura sicura.

Il pollo è una proteina popolare e versatile che può essere cucinata in molti modi. Infatti è una delle opzioni più salutari tra le carni magre perché ha un rapporto proteico inferiore e più elevato rispetto ad altre carni.

rischi carne di pollo poco cotta
Quali sono i pericoli del pollo crudo? (thesenseofwonder.it)

Tuttavia, consumarlo crudo o poco cotto può causare diversi problemi, talvolta anche seri, alla salute. Mentre alcune carni, come la bistecca di manzo, possono essere cotte al sangue ed essere comunque generalmente considerate sicure per il consumo, non è il caso del pollo. Di seguito, scopriamo cosa succede se una persona mangia pollo crudo o poco cotto e come trattare le eventuali malattie che ne derivano.

I pericoli del pollo poco cotto

Il pericolo deriva dalla possibile presenza di batteri come la salmonella e il campylobacter, che possono entrambi causare intossicazioni alimentari. La Salmonella è più comunemente presente nel pollo che in molte altre forme di bestiame ed è particolarmente dannosa per l’uomo. Se ingerita, può causare sintomi di intossicazione alimentare come vomito e diarrea, febbre tifoide, febbre enterica e altri problemi. Se si diffonde oltre il sistema digestivo, può essere addirittura mortale.

pericoli pollo poco cotto
Pollo crudo: quali sono i rischi per la salute? (thesenseofwonder.it)

I sintomi più comuni che si verificano dopo aver mangiato pollo crudo che contiene uno o più di questi agenti patogeni sono:

  • crampi addominali
  • diarrea
  • nausea
  • vomito
  • febbre
  • mal di testa
  • dolore muscolare

Secondo il CDC, questi sintomi di solito iniziano 2-5 giorni dopo aver mangiato carne infetta e durano fino a 1 settimana. Questi batteri nocivi possono anche diffondersi agli alimenti che le persone in genere mangiano crudi, come frutta e insalata. Questa trasmissione può verificarsi se le persone preparano altri cibi utilizzando lo stesso tagliere e gli stessi utensili utilizzati per preparare il pollo. È anche importante maneggiarlo con attenzione. Infatti bisogna lavarsi sempre le mani prima e dopo aver maneggiato tale carne e non sciacquarlo mai prima di cucinarlo.

Il modo migliore per evitare di consumare pollo poco cotto è cucinarlo accuratamente. La FDA consiglia di cuocerlo a una temperatura interna di 74 °C (165 °F), sufficiente per uccidere i batteri nocivi che potrebbero essere presenti. In genere, qualsiasi sintomo di malattia dopo aver mangiato carne cruda si risolve senza bisogno di cure mediche. Tuttavia, le persone dovrebbero assicurarsi di bere molti liquidi, soprattutto se avvertono vomito o diarrea.

Impostazioni privacy