20 IDEE PER UNA GITA FUORI PORTA IN LOMBARDIA

Gite fuori porta Lombardia

20 IDEE PER UNA GITA FUORI PORTA IN LOMBARDIA

20 IDEE PER UNA GITA FUORI PORTA IN LOMBARDIA DA TRASCORRERE TRA STORIA, ARTE E NATURA. CE N’È PER TUTTI I GUSTI!

 

L’Italia troverà sempre il modo di stupirci: il Paese dei piccoli borghi, dei paesaggi mozzafiato, dei siti custodi di storia e di tradizioni secolari. Località uniche che a volte diamo per scontate, soprattutto se si trovano vicino casa. Negli ultimi tempi abbiamo però riscoperto il turismo di prossimità, tornando ad apprezzare le piccole cose e i viaggi del weekend. Ecco così qualche idea per trascorrere una gita fuori porta in Lombardia all’insegna di storia, arte e natura.

 

IDEE PER UNA GITA FUORI PORTA IN LOMBARDIA

 

1. VAL VERTOVA 

È tra i luoghi più suggestivi della Val Seriana, ed offre itinerari naturalisti che si snodano tra una fitta vegetazione, salti d’acqua cristallina e imponenti marmitte. Un’oasi naturale nella quale immergersi per lasciarsi alle spalle il caos della città. 

Uno dei punti più caratteristici è la località Cà Rosèt: costeggiando il torrente, si arriva ad un ponticello dal quale ammirare le splendide cascate della Val Vertova.

Dove: Val Seriana, provincia di Bergamo

 

 

2. CLANEZZO

Quando si arriva a Clanezzo, ci si sente subito i protagonisti di una sceneggiatura medioevale. Antico borgo conosciuto per lo scontro tra guelfi e ghibellini, sorge in una posizione estremamente suggestiva: immerso completamente nel verde, il silenzio di questo borgo viene intervallato unicamente dal fruscio del vento e dallo scorrere dei ruscelli.

Tra i luoghi da non perdere, il ponte di Attone e il “ponte sospeso” lungo oltre 70 metri.

Dove: provincia di Bergamo

 

 

3. PIANI RESINELLI e BELVEDERE PARCO VALENTINO

Escursione facile e panorama mozzafiato. È ciò che offrono i Piani Resinelli: passeggiate (o ciaspolate) alla portata di tutti che consentono però di godere di una magnifica vista a 360 gradi sui laghi circostanti. Il punto più panoramico è il Belvedere Valentino che si affaccia direttamente sul Lago di Como. 

Dove: provincia di Lecco

 

 

4. VARENNA

Scorci pittoreschi, casette colorate, villette storiche e ristoranti panoramici. È l’atmosfera romantica che si respira a Varenna, uno dei borghi più belli del lago di Como. Per trascorrere un intero weekend fuori porta, l’ideale sarebbe soggiornare a Como per poi raggiungere Varenna via lago.

Dove: provincia di Lecco

 

 

5. ORRIDO DI BELLANO

Non lontano dal borgo di Bellano, si trova l’omonimo orrido, una spettacolare gola naturale creata dalle acque del fiume Pioverna. Il percorso per raggiungerlo è adatto a tutti, costituito di passerelle che permetto di attraversare facilmente la gola e di ammirare le maestose pareti di roccia e le cascate. 

Dove: provincia di Lecco

 

 

6. PORTA DI PRADA

Dalla località Cainallo parte un sentiero che si inerpica sulla Grigna Settentrionale. In circa un’ora e mezza di cammino, si raggiunge il Rifugio Bietti, passando attraverso la suggestiva Porta di Prada. Questo imponente arco di 20 metri è probabilmente il risultato di un sistema carsico che nel tempo è stato modellato da vari agenti atmosferici.  

Dove: località Cainello, provincia di Lecco

 

 

7. PANCHINE GIGANTI SUL LAGO D’ISEO

The Big Bench Community Project è nato nel 2010 e si è ampiamente diffuso tra Langhe e Monferrato, per poi diffondersi velocemente in tutta Italia. Ad oggi (febbraio 2021) si contano 125 panchine giganti, 4 delle quali dislocate intorno al Lago d’Iseo:

  • a Rogno sorge la panchina numero 32, di colore blu.
  • a Riva di Solto si trova la panchina numero 53, di colore verde e blu
  • a Pilzone c’è la panchina numero 73, di colore verde
  • a Sale Marasino si trova la panchina numero 74, di colore giallo

Vederle tutte in un’unica giornata non è impossibile, ma sicuramente è impegnativo: occorre infatti tener conto che non è possibile avvicinarsi con la macchina ma tutte e quattro prevedono dei sentieri da percorrere a piedi.

 

Un’altra panchina gigante con un panorama mozzafiato è quella di Fonteno.

 

 

8. OASI SANT’ALESSIO

L’Oasi Sant’Alessio, voluta da Antonia e Harry Salamon, è stato il primo centro in Italia a introdurre le specie a rischio, come il falco pellegrino e la cicogna bianca. L’amore per la natura e la massima attenzione e cura nei confronti delle specie animali più a rischio, gli sono valsi numerosi riconoscimenti a livello mondiale. L’Oasi si compone di tre percorsi diversi: quello europeo, quello tropicale e quello dedicato a farfalle e colibrì. Il costo del biglietto è di €15 (€12 ridotto).

Dove: Sant’Alessio con Vialone, provincia di Pavia

 

 

9. CASTELLO DI CHIGNOLO PO

Conosciuto come la Versailles della Lombardia, il Castello di Chignolo Po è una splendida dimora settecentesca che custodisce al suo interno preziose testimonianze e segreti di quello che fu il mondo della nobiltà lombarda e veneta dell’epoca. Il percorso di visita (costo biglietto €11) include il Parco, il Borgo Medioevale e il Castello di Chignolo Po.

Dove: provincia di Pavia

 

 

10. NESSO

Tra i luoghi più amati del lago di Como c’è Nesso, un piccolo e pittoresco borgo incastonato nella roccia. Tra i punti da non perdere ci sono l’omonimo orrido, una gola profonda dalla cui cima parte una bellissima cascata, e l’antico ponte della Civera, reso famoso da Alfred Hitchcock.

Dove: provincia di Como

 

 

11. LATTERIA SAN PIETRO

La Latteria San Pietro è una di quelle eccellenze italiane di cui andare inevitabilmente fieri. Produttore di Grana Padano DOP, il caseificio ha l’obiettivo di portare sulle nostre tavole il sapore, il profumo e la qualità di questo fantastico prodotto. È possibile visitare l’azienda e farsi guidare da tutti e 5 i sensi!

Dove: provincia di Mantova

 

 

12. CASTELLARO LAGUSELLO

Celebre per il suo laghetto a forma di cuore, Castellaro Lagusello è tra i borghi più belli d’Italia, in cui si respira un’atmosfera d’altri tempi. Questo antico borgo medioevale circondato dalla cinta muraria offre numerosi percorsi che, dalla torre campanaria, conducono sino al piccolo ma caratteristico lago.

Dove: provincia di Mantova

 

 

13. EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO

Si tratta di uno dei luoghi più scenografici e suggestivi del Lago Maggiore. Adagiato su di un crostone roccioso che si affaccia direttamente sull’acqua, L’Eremo si può raggiungere dal piazzale sovrastante, tramite una scalinata panoramica di 268 gradini o per mezzo dell’ascensore via lago, oppure via lago risalendo circa 80 gradini. L’ingresso è gratuito. 

Dove: provincia di Varese

 

 

14. CANTINA AL ROCOL

Quale miglior gita fuori porta in Lombardia se non quella tra le colline della Franciacorta, sorseggiando del buon vino? Questo territorio offre davvero tantissimi spunti, dalla Riserva Naturale Torbiere del Sebino all’Abbazia di San Pietro in Lamosa, ma sicuramente non può mancare una visita in una cantina. Tra le più suggestive, la Cantina al Rocol che si estende per oltre 34 ettari. Non solo degustazioni, ma AL Rocol è anche un meraviglioso agriturismo che permette di vivere esperienze uniche a contatto con la natura. 

Dove: Franciacorta, provincia di Brescia

 

 

15. IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI

Il Vittoriale degli Italiani è un magnifico complesso monumentale eretto per volontà di Gabriele d’Annunzio per realizzare un luogo di memoria della propria vita e del popolo italiano durante la Prima Guerra Mondiale. Visitare il Vittoriale vuol dire addentrarsi in un mondo a sé stante che si integra alla perfezione con il territorio lacustre circostante. Il costo per la visita completa è di €18.

Dove: Gardone Riviera, provincia di Brescia 

 

 

16. PARCO DELLE FUCINE

A metà tra una riserva naturale e un parco avventura, il Parco delle Fucine è una splendida valle nella quale immergersi tra sport e relax. Adatta anche ai più piccoli, si può scegliere tra varie attività, dalle arrampicate alle camminate lungo i numerosi percorsi disponibili. E per un momento di relax, non c’è nulla di più bello di un pic-nic in riva al laghetto.

Dove: Casto, provincia di Brescia

 

 

17. PIRAMIDI DI ZONE

Istituita nel 1984, la Riserva naturale delle Piramidi di Zone è uno dei luoghi più suggestivi della zona. Queste sculture di roccia alte fino 30 metri, sono il risultato di un fenomeno di erosione avvenuto secoli fa. Per ammirare questo spettacolo naturale, si può percorrere il sentiero che parte dalla Chiesa di San Giorgio e che si sviluppa intorno alle queste piramidi immerse nel verde.

Dove: Zone, provincia di Brescia

 

 

18. PONTE NEL CIELO

Voglia di adrenalina? A pochi kilometri da Sondrio si trova uno dei ponti tibetani più alti d’Europa. Percorrendo la lunga passerella, ci si ritrova sospesi nel cielo a oltre 140 metri d’altezza. Il ponte collega i due versanti della Val Tartano e, da lassù, si può godere una vista panoramica unica che spazia fino in Valtellina.

Dove: Tartano, provincia di Sondrio

 

 

19. RISERVA NATURALE VAL DI MELLO

Riconosciuta come Riserva Naturale nel 2009, la Val di Mello è un paradiso terrestro che incanta per i suoi torrenti, per le cascate e per gli specchi d’acqua color smeraldo. Trattandosi di un’area protetta, non è consentito l’accesso ai veicoli, per cui occorre raggiungere la località di San Martino e proseguire a piedi per godersi lo spettacolo. 

Dove: provincia di Sondrio

 

 

20. CASCATE DELL’ACQUAFRAGGIA

Un luogo che impressionò persino Leonardo Da Vinci, non ha bisogno di tante presentazioni. Situate in Val Bregaglia, le suggestive Cascate dell’Acquafraggia si possono ammirare dalla strada di Borgonuovo. Per godere di una prospettiva diversa, è possibile recarsi anche sulla sommità delle cascate grazie a un sentiero attrezzato immerso nel verde.

Dove: Borgonuovo, provincia di Sondrio

 

 


 

Se sei alla scoperta di gite fuori porta in Piemonte, leggi qui!