ITINERARIO NELLE MARCHE, 5 GIORNI TRA BORGHI E NATURA

5 giorni nele Marche

ITINERARIO NELLE MARCHE, 5 GIORNI TRA BORGHI E NATURA

ITINERARIO NELLE MARCHE, 5 GIORNI ALLA SCOPERTA DI BORGHI MEDIOEVALI, NATURA SELVAGGIA E MARE DA SOGNO.

 

Inserite nella classifica Top Regions – Best in Travel del 2020 dalla Lonely Planet, le Marche sono custodi di una varietà unica di luoghi, dal mare alla montagna, dai laghi alla campagna, dai fiumi a borghi autentici.

Avete mai notato che sono l’unica regione italiana con la quale ci si rivolge al plurale? Mi piace pensare sia perché racchiude una così vasta varietà di paesaggi che sembra di trovarsi continuamente in un luogo differente. Scopriamo insieme alcune delle tappe da non perdere per un viaggio in questa splendida regione! 

 

ITINERARIO NELLE MARCHE, 5 GIORNI ON THE ROAD

 

GIORNO 1: URBINO E URBANIA

Il primo giorno del mio itinerario nelle Marche inizia da una delle sue città più suggestive, Urbino. Qui si respira un’atmosfera d’altri tempi, dominata dal maestoso Palazzo Ducale e dal centro storico dichiarato Patrimonio Unesco. Non fatevi intimidire dalle salite e giungete fino alla fortezza Albornoz per ammirare uno degli scorci più belli sulla città!

 

itinerario Marche

 

Dopo 20 minuti di auto, raggiungiamo Urbania, celebre per la produzione di maioliche. Il suo centro storico è raccolto ma ricco di storia. Tra le cose da non perdere, ci sono il Palazzo Ducale, la Cattedrale di San Cristoforo, il Teatro Bramante e il Barco Ducale, tenuta di caccia dei Duchi di Urbino.  

 

cosa vedere nelle Marche

 

GIORNO 2: GOLA DEL FURLO E MARMITTE DEI GIGANTI

Il secondo giorno lo abbiamo dedicato interamente alla natura. Prima tappa, la Gola del Furlo, un meraviglioso canyon che si è formato con lo scorrere dell’acqua del fiume. Lasciate l’auto al parco La Golena, per poi procedere a piedi lungo il percorso a piedi che si snoda per 2 kilometri lungo la gola. 

 

5 giorni nelle Marche

 

Dopo un pic nic al parco, ci dirigiamo verso le Marmitte dei Giganti per un bagno rigenerante. Note anche con il nome di Marmitte del Diavolo, si tratta di un piccolo canyon caratterizzato da più o meno profonde depressioni nelle quali potersi tuffare. Questa zona è particolarmente indicata non solo per gli amanti dei tuffi, ma anche per chi vuole fare una suggestiva escursione in canoa o in kayak.

 

Marmitte dei Giganti

 

GIORNO 3: GENGA, LORETO, RECANATI

La mattinata del terzo giorno lo dedichiamo a Genga, che custodisce alcuni dei luoghi più belli e frequentati delle Marche. Partiamo dal Tempio del Valadier, uno dei simboli indiscussi della regione: un suggestivo santuario risalente al 1828 e racchiuso dalle rocce. Dovrete percorrere oltre 700 metri in salita, ma vi assicuro che ne varrà la pena.

 

Tempio Valadier

 

Poco distanti dal Tempio, si trovano le Grotte di Frasassi. Purtroppo non sono riuscita a visitarle, vi consiglio di prenotarle con qualche giorno di anticipo per assicurarvi l’ingresso in queste spettacolari grotte carsiche sotterranee. Procediamo così per un paio di kilometri per visitare l’Abbazia romanica di San Vittore alle Chiuse e il caratteristico Ponte Romano. Dopo aver visitato gli interni di questa piccola chiesa, prendetevi un po’ di tempo per immergervi nei sentieri circostanti che si trovano lungo il fiume.

 

Abbazia

 

Nel pomeriggio, ci dirigiamo a Loreto, piccola perla architettonica nel cuore delle Marche. Scrigno d’arte e luogo di cultura, è da anni meta di pellegrinaggi per via del Santuario della Santa Casa che custodisce la Madonna Nera. 

 

Loreto

 

Se avrete ancora un po’ di tempo a disposizione, a soli 15 minuti di auto si trova il piccolo borgo di Recanati, città natale di Leopardi. 

 

GIORNO 4: RIVIERA DEL CONERO 

Il quarto giorno andiamo alla scoperta del meraviglioso mare del Conero, che offre spiagge di una bellezza unica e sentieri mozzafiato. La spiaggia più bella che la riviera offre è quella delle Due Sorelle, raggiungibile solo via mare o ammirabile dall’alto del Passo del Lupo. Se invece siete alla ricerca di una spiaggia più facile da raggiungere, vi consiglio quella Del Frate.

 

Conero Marche

 

A causa del Covid, l’accesso alle spiagge del Conero va prenotato tramite l’app Sirolo Spiagge. 

 

GIORNO 5: PESARO E GRADARA 

Città della musica e delle biciclette, Pesaro è un prezioso scrigno che racchiude al suo interno tanti luoghi tutti da scoprire. Il centro storico si visita piacevolmente a piedi e comprende il Palazzo Ducale, la Rocca Costanza, la casa del celebre compositore Rossini e il Palazzo Mosca con la sua parete di libri. Spostatevi poi sul lungomare per ammirare la Sfera Grande realizzata nel 1988 dallo scultore Pomodoro.

 

Pesaro parete di libri

 

Il mio itinerario di 5 giorni nelle Marche si conclude a Gradara, uno dei Borghi medioevali più belli d’Italia. Il vero protagonista è il castello, diventato celebre per la tragica storia d’amore di Paolo e Francesca. Perdetevi poi, senza una meta precisa, per i vicoli del piccolo borgo, lasciandovi travolgere dalla sua bellezza.

 

Gradara borgo

 

Se avete altri giorni a disposizione per visitare le Marche, vi consiglio di inserire nel vostro on the road anche Corinaldo, il Lago di Fiastra, le Lame Rosse e Torre di Palme

 


 

DOVE SOGGIORNARE

Abbiamo suddiviso il nostro soggiorno in due tappe: i primi giorni abbiamo soggiornato nel bellissimo Parco Ducale Country House a Urbania, mentre i restanti siamo stati nell’appartamento Immersa nel Verde a Osimo, a soli 20 minuti dal Conero. 

 

DOVE MANGIARE

Alcuni suggerimenti per gustare le prelibatezze marchigiane:

  • Osteria da Doddo, Urbania
  • Atabulus Enoteca, Urbino
  • Ristorante da Silvio, Sirolo
  • Tavernetta Paolo e Francesca, Gradara

 


 

Se amate gli on the road, scoprite il mio itinerario in Val d’Orcia e nelle Langhe