ORTA SAN GIULIO IN UN GIORNO, TRA LAGO E LEGGENDE

cosa vedere orta san giulio

ORTA SAN GIULIO IN UN GIORNO, TRA LAGO E LEGGENDE

COSA VEDERE IN UN GIORNO A ORTA SAN GIULIO, UNO DEI BORGHI PIÙ BELLI E ROMANTICI D’ITALIA, TRA LEGGENDE E PAESAGGI MOZZAFIATO

 

Ho aspettato quasi 25 anni per visitare Orta San Giulio, distante meno di due ore da casa. Questo non fa che avvolarare la teoria del “più è lontano e meglio è” che spesso adottiamo, senza renderci conto di avere a due passi da noi dei luoghi mozzafiato! Tra questi, rientra sicuramente il Lago d’Orta, dove il verde paesaggio circostante si sposa alla perfezione con l’atmosfera romantica e tranquilla del borgo di San Giulio. Siate pronti a entrare in un’atmosfera fiabesca, lontana del caos delle più gettonate cittadine che si affacciano sul vicino Lago Maggiore. 

 

ORTA SAN GIULIO

Orta San Giulio è considerato uno dei borghi più belli d’Italia e non si fatica a capirne il perché. Di origine medioevale, il pittoresco borgo si compone di strette viuzze di ciottoli, di romantici scorci e di terrazze fiorite che si riflettono nelle azzurre acque del lago. Dopo aver ammirato la famosissima Villa Crespi di Cannavacciuolo, lasciamo la macchina in uno dei parcheggi a ridosso del borgo (€10 costo del posteggio auto giornaliero) e raggiungiamo Orta San Giulio dopo pochi metri a piedi. Il borgo, infatti, è molto piccolo e si gira piacevolmente a piedi percorrendo il suo sali e scendi di viuzze, sino a giungere alla piazza centrale, domita da case che sembrano uscite da un quadro impressionista e dal Palazzo della Comunità che custodisce al suo interno affreschi e arredi antichi. Vale poi la pena voltare per un attimo le spalle al lago per percorrere la breve salita che separa la piazza dalla suggestiva Chiesa dell’Assunta

cosa vedere Orta San Giulio

chiesa san giulio

ISOLA DI SAN GIULIO

Da piazza Motta partono i motoscafi (si fa il biglietto a bordo al costo di €4,50 andata e ritorno) che portano, in appena cinque minuti, all’Isola di San Giulio, conosciuta anche come l’Isola del Silenzio, nonostante i numerosi turisti le facciano perdere un po’ quell’aurea di spiritualità che la circonda. L’isola è quasi interamente occupata dall’Abbazia, dimora delle monache di clausura ed intorno alla quale si sviluppano la via del silenzio ed alcune curiose leggende. Si potrebbe quasi parlare di una sorta di lago di Loch Ness italiano, in quanto si narra che, verso la metà del IV secolo d.C., l’isola fosse infestata di draghi e di serpenti. Ciò non fu sufficiente per fermare il guerriero San Giulio dal suo intento: costruire la sua centesima chiesa con l’obiettivo di combattere il paganesimo. Riuscì nell’impresa grazie al suo mantello che stese sull’acqua e che gli permise di raggiungere l’isola, sulla quale costruì la chiesa nella quale venne poi sepolto. 

Isola di San Giulio leggende

 

SACRO MONTE DI ORTA

Riserva naturale e Patrimonio UNESCO, il Sacro Monte di Orta è uno dei migliori punti panoramici dai quali ammirare il lago e il paesaggio circostante dall’alto, un immenso balcone che si affaccia su di uno stupendo quadro che incantò lo stesso Nietzsche. Facente parte del circuito dei nove Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia, differentemente dagli altri, è l’unico interamente dedicato al Santo, omaggiato tramite un percorso spirituale e di preghiera che si snoda tra 20 cappelle edificate tra 1580 e il 1788. Il Monte è raggiungibile sia con l’auto sia a piedi, con una camminata di circa 20 minuti dal borgo di San Giulio. 

Sacri Monte Orta

Se avete tempo a disposizione e vorrete cambiare prospettiva, un altro punto panoramico ancora più spettacolare è quello che si può godere dall’alto del Santuario della Madonna del Sasso che si erge su di uno strapiombo a picco sulle acque del lago.