LA VALLE D’AOSTA DEGLI AVENGERS

LA VALLE D’AOSTA DEGLI AVENGERS

VI ACCOMPAGNO IN ALCUNI DEI LUOGHI DOV’È STATO GIRATO THE AVENGERS. DUE TAPPE VALDOSTANE PER SCOPRIRE LE LOCATION DEL FILM HOLLYWOODIANO. 

Devo fare coming out, non ho mai visto The Avengers ed è proprio per questo che, quando sono arrivata in Valle d’Aosta, ero del tutto ignara del perché in certe località ci fossero le gigantografie dei protagonisti del film. Fare due più due è stato piuttosto semplice e così mi sono documentata un po’, per scoprire che nella regione più piccola d’Italia sono state girate tantissime scene del film hollywoodiano: Pont-Saint-Martin, Verres, Hone, Aosta e il Forte di Bard sono le località coinvolte. Oggi vi accompagno nelle due più suggestive 🙂 

PONT-SAINT-MARTIN

Appena varcato il confine che separa il Piemonte dalla Valle d’Aosta, incontriamo Pont-Saint Martin, situato allo sbocco della valle di Gressoney, che rivela subito il carattere montanaro che contraddistingue la regione. Vista la sua strategica posizione, è da sempre stato luogo di intricate vicissitudini di confine, legate specialmente alla vicinanza con il Regno dei Franchi. Ma Pont-Sant-Martin è conosciuto soprattutto per essere il protagonista di una leggenda che si è susseguita nei secoli sino ad oggi, quella del Ponte del Diavolo. Un tempo il paese veniva chiamato Ad pontem, grazie all’imponente ponte romano risalente al I secolo a.C sotto il quale scorre il torrente Lys. per poi essergli stato attribuito l’attuale nome in onore di San Martino. Il Diavolo propose al Santo di costruire in un’unica notte un ponte in cambio dell’anima del primo che lo avesse attraversato. Il Santo accettò, facendo però sì che fosse un cane e non una persona ad attraversarlo. Ciò scatenò l’ira del Diavolo che però non poté fare altro che lasciare in pace i cittadini e lasciare il paese. 

FORTE DI BARD

Man mano che mi avvicino al Forte di Bard, ho la sensazione di ritrovarmi davanti a una fortezza imponente, austera e apparentemente inaccessibile. Fortunatamente, una funicolare di recente costruzione permette di addentrarsi tra le sue mura e di conoscere la sua travagliata storia: risalente al 1034, entrò in possesso dei Savoia nel 1242. Per tutto l’800 fu sede di un presidio militare, per poi cadere completamente in disuso. Dopo essere stato un carcere militare e, successivamente, una polveriera, la proprietà del forte passò nelle mani della Regione che diede inizio a una serie di lavori di ristrutturazioni per poter garantire l’accesso ai visitatori. Ad oggi, è possibile visitare il piccolo e caratteristico borgo, considerato tra i più belli d’Italia, e accedere alle mostre temporanee e permanenti disseminate tra le sue mura. 

…E ora non mi resta che guardare il film 😉