SOSPESI SU NEW YORK: I PONTI PIÙ BELLI

SOSPESI SU NEW YORK: I PONTI PIÙ BELLI

NEW YORK, SI SA, È FATTA DI ISOLE E NON C’È MODO MIGLIORE PER AVERE UNA PANORAMICA PERFETTA DEL SUO SKYLINE SE NON QUELLO DI AMMIRARLO DAI SUOI MAGNIFICI PONTI. 

New York è circondata dall’acqua e quindi non c’è da sorprendersi se qui i ponti abbiano da sempre ricoperto un ruolo fondamentale. É quasi impossibile riuscire a quantificarli tutti e molti sorprendono anche per la loro ingegneria e bellezza. Ecco quelli che secondo me sono i ponti più belli di New York 🙂

  • BROOKLYN BRIDGE

Accanto alla Statua della Libertà e all’Empire State Building, il Ponte di Brooklyn è diventato un altro must per chi visita New York per la prima volta. Attraversare questo ponte a piedi per circa 2 km è stata una delle esperienze più belle che abbia fatto nella Grande Mela, non solo per il suo indiscutibile fascino, ma anche perché permette di assistere a uno dei panorami migliori che la città possa offrire, lo skyline di Manhattan. 

Realizzato nel 1883, è il più antico ponte sospeso della città, e viene ormai considerato come uno dei migliori successi ingegneristici e architettonici di tutti i tempi. Purtroppo, però, detiene anche un altro primato: durante la sua costruzione, si susseguirono, una dietro l’altra, una serie di tristi disgrazie. Dapprima, la morte improvvisa dell’ingegnere che lo ideò, successivamente il figlio venne colpito da un’embolia gassosa che lo paralizzò e lo costrinse ad affidare la supervisione dei lavori alla moglie, alla quale è stata dedicata una targa sul ponte, come riconoscenza del suo prezioso contributo. Morirono, poi, più di 20 operai e l’ultima tragedia risale al 30 maggio del 1883, dopo soli sei giorni dall’inaugurazione: come ogni ponte sospeso, il ponte di Brooklyn oscilla leggermente, ma, all’epoca, praticamente nessuno era a conoscenza di questo dettaglio e, così, prese dal panico, le persone che si trovavano sul ponte iniziarono a fuggire. Persero la vita in 12. 

Nonostante questi tristi episodi, il Brooklyn Bridge non ha mai smesso di incantare i turisti che, passo dopo passo, scoprono una New York che si fa sempre più imponente davanti ai loro occhi.

  • MANHATTAN BRIDGE

Il ponte di Manhattan si trova proprio di fronte a quello di Brooklyn ma, realizzato nel 1909, presenta un’architettura più moderna. Una passeggiata su questo ponte potrebbe risultare meno piacevole, a causa del passaggio della frequente metropolitana, ma è comunque percorribile a piedi o in bicicletta, partendo da Chinatown. Grazie alla sua posizione, anche il Manhattan Bridge permette una splendida vista sullo skyline di Manhattan, oltre ad offrire un assaggio della Statua della Libertà. 

Il punto migliore per ammirare il ponte in tutta la sua imponenza è sicuramente DUMBO, il quartiere bohémien di Brooklyn situato proprio ai suoi piedi. Qui partirà la corsa allo scatto perfetto per immortalare il ponte e, se starete attenti, anche l’Empire State Building… Chi riesce a vederlo? 😉

  • BOW BRIDGE e PINE BANK BRIDGE

Situati nel cuore di Central Park, il Bow Bridge e il Pine Bank Bridge sono per me i ponti più romantici di tutta New York. Entrambi sono realizzati in ghisa e presentano intricati ed eleganti decori. Il più celebre tra i due è sicuramente il Bow Bridge, il cui nome è dovuto alla sua somiglianza ad un arco di violino. Inoltre, vanta il primato di luogo nel quale sono state fatte più proposte di matrimonio. Non è un caso se vi ho detto che è uno dei ponti più romantici di New York 🙂 La sua fama, però, è anche dovuta alla sua apparizione in numerosi e celebri film, come Innamorarsi a Manhattan

Quali sono i vostri ponti preferiti della Grande Mela? 🙂